FESTIVAL DANZA ESTATE 2018 - 30ª EDIZIONE

 

 

23/C ART coop.soc

con il sostegno di MiBACT Ministero Beni, Attività Culturali e Turismo - Spettacolo dal Vivo / Regione Lombardia - Culture, Identità e Autonomie / Comune di Bergamo
in collaborazione con Fondazione Teatro Donizetti
e con il contributo di Fondazione Cariplo / Camera di Commercio di Bergamo / Fondazione della Comunità Bergamasca / Città di Seriate – Assessorato alla Cultura / SIEC Cineteatro Gavazzeni / Comune di Ponteranica – Assessorato alla Cultura
con il patrocinio di / Provincia di Bergamo / L’Eco di Bergamo - Bergamo TV - Radio Alta

presenta

FESTIVAL DANZA ESTATE 2018
30° Edizione
maggio-luglio 2018

VIDEO PROMO TRENTESIMA EDIZIONE

Il FESTIVAL DANZA ESTATE, la rassegna internazionale di danza contemporanea a Bergamo, compie 30 anni
e festeggia con un programma ricco di novità e focus su grandi artisti internazionali

Al via le trentesima edizione del FESTIVAL DANZA ESTATE, l’unica e ormai storica rassegna internazionale dedicata alla danza e allo spettacolo dal vivo che da trent’anni anima il territorio bergamasco.
Parte a maggio l’intenso programma ricco di spettacoli, eventi collaterali e svariati appuntamenti uniti da un obiettivo costante:
valorizzare la cultura della danza di qualità e i suoi protagonisti, intercettando diverse tipologie di pubblico e sostenendo l’importanza della partecipazione del territorio e delle realtà che ne fanno parte.

Una volontà che si è manifestata nel corso di questi trent’anni di attività e che oggi appare evidente in una città che si rivela sempre più partecipe e appassionata.

Sarà un programma vivace e denso di novità, quello che interesserà la trentesima edizione, tra spettacoli di alto livello, eventi collaterali che coinvolgono le diverse forme d’arte ed espressione contemporanea e focus che interessano tutte le tipologie di pubblico.
A tal proposito, la grandissima figura della coreografa e danzatrice tedesca Pina Bausch sarà  protagonista di un particolare approfondimento tematico inserito nel progetto triennale denominato FOCUS PINA: Pina Bausch, la rivoluzione della danza, che porterà a Bergamo svariati eventi attorno a questo personaggio di massimo rilievo nel panorama mondiale della danza contemporanea e del teatro-danza. Mostre fotografiche, incontri, documentari, performance, spettacoli e molto altro ancora animeranno il progetto, che vede la collaborazione di importanti realtà nazionali, tra compagnie di danza, critici e giornalisti, coreografi e insegnanti. A tal proposito – in linea con la sezione del Festival Danza Estate dedicata alla DANZA DA FARE - il ventaglio di proposte formative, vedrà tra gli insegnanti anche Damiano Ottavio Bigi del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch che condurrà a giugno un atelier di improvvisazione.

Tanti e di rilievo i nomi che compaiono nel cartellone di spettacoli che avrà inizio il 20 maggio e terminerà il 5 luglio. Tra questi, alcuni artisti che il pubblico bergamasco ha avuto modo di conoscere e apprezzare in edizioni passate - come Silvia Gribaudi, Naturalis Labor, DaCru Dance Company, Arearea, Sanpapiè e Zerogrammi -  accanto a compagnie italiane e straniere, ampiamente conosciute nel panorama nazionale e internazionale, tra cui Balletto di Roma, MM Contemporary Dance Company, Cie. Woest, Annamaria Ajmone, Compagnie MF, Joujoux Folies, Tanzfuchs e C.ie Dare D’art.

Prosegue la sezione DANZA KIDS dedicata alle nuove generazioni che quest’anno presenta due spettacoli che vedono la collaborazione del Comune di Seriate e SIEC - Cineteatro Gavazzeni.

Continuano le importanti collaborazioni con associazioni ed enti del territorio con cui il Festival Danza Estate trova punti in comune e unisce le forze per promuovere l’arte coreutica e il movimento nella città, come accade con la Fondazione Teatro Donizetti, il festival A Levar l’ombra da Terra, l’Associazione Contemporary Locus, TTB Teatro tascabile di Bergamo - coinvolto nel programma del progetto Focus Pina e in diversi appuntamenti che si terranno al Chiostro dell’Ex Monastero del Carmine – e molti altri ancora.
Per quanto riguarda il territorio, prosegue anche la sezione DANZA KM0, che lavora con l’intento di intercettare le tante realtà che praticano diverse tipologie di danza e coinvolgerle nella rassegna.

La manifestazione, creata nel 1989 da C.S.C. Anymore, è dal 2018 interamente progettata e curata da 23/C ART, cooperativa sociale che ha ereditato da C.S.C. Anymore l’attività artistica legata alla promozione della danza. La direzione artistica del Festival continua ad essere di Nelly Fognini e Alessandra Pagni.